Consulenze enologiche a Gorizia: gli esperti a cui affidarsi

Come si sceglie il vino? 

Quando ci si trova a dover scegliere la bottiglia più giusta da abbinare durante un pranzo o una cena è importante tenere a mente una regola fondamentale: il vino deve sempre esaltare il sapore dei piatti e mai oscurarlo. Una delle prime cose che si apprendono durante una consulenze enologiche a Gorizia è l’identità delle uve, così da apprezzarne a pieno il sapore e fare i giusti abbinamenti. Ad esempio, un piatto particolarmente elaborato, caratterizzato da sapori decisi, può essere abbinato ad un vino intenso, corposo e preferibilmente invecchiato. Se, diversamente, la pietanza che si sta servendo è leggera, con un sapore fresco e delicato, l’abbinamento giusto è un vino giovane. Il vino, infatti, ha come obiettivo quello di pulire la bocca. Questo significa che se si sta consumando un piatto fritto o particolarmente oleoso sarà importante proporre un vino leggero, in grado di rinfrescare il palato dei propri commensali. Una semplice regola può essere quella di optare per un vino dalle qualità diametralmente opposte a quelle del piatto che si decide di portare in tavola. Un’altra nozione base è che con i piatti di pesce il miglior abbinamento è un vino bianco, se invece si desidera preparare pietanze a base di carne l’ideale sarà scegliere un vino rosso. 

Consulenze enologiche a Gorizia: a chi rivolgersi 

Per le consulenze enologiche a Gorizia è possibile affidarsi alla competenza e alla professionalità di Paolo Pineschi, che negli anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli amanti del buon vino. La consulenza permette di apprendere nozioni fondamentali per conoscere l’identità delle uve con cui è prodotto un vino e identificare il luogo da cui provengono. Sarà possibile, inoltre, riconoscere le diverse tecniche di lavorazione, per distinguere al meglio le varie qualità. Paolo Pineschi si avvale di analisi specifiche, per riconosce le materie prime utilizzate e le fasi di vinificazione.